Articoli


I falafel

"Polpette" vegetariane

I falafel sono una preparazione a base di legumi, principalmente di ceci, aromatizzati con spezie, tra cui cumino, coriandolo, prezzemolo, aglio e cipolla.

Sono polpettine molto diffuse in Egitto, Israele, Libano e vengono consumate indipendentemente da quale sia la comunità etnica e religiosa di appartenenza.

I falafel sono molto amati anche dai vegetariani e vegani perché privi di ingredienti di origine animale. Per lo stesso motivo sono adatti all’alimentazione degli Ebrei kosher.

Esistono varianti diverse a seconda del luogo: per esempio a Tel Aviv i falafel sono croccanti fuori e morbidi dentro, a Gerusalemme sono più compatti e farinosi e vengono serviti senza condimenti. In Egitto la ricetta prevede l’utilizzo di fave, mentre la versione yemenita viene preparata con i fagioli.

Di seguito proponiamo la ricetta della preparazione più diffusa, quella a base di ceci.

Ingredienti:

  • 250 gr di ceci secchi;
  • mezzo cucchiaino di cumino in polvere;
  • mezza cipolla tritata;
  • 2 cucchiai di prezzemolo tritato;
  • 1 spicchio d'aglio;
  • 2 cucchiaini cumino;
  • coriandolo (facoltativo);
  • farina di ceci (facoltativa);
  • olio extravergine d'oliva;
  • sale e pepe.

PROCEDIMENTO:

Mettere in ammollo i ceci secchi per almeno un giorno, cambiando l’acqua quando sono trascorse le prime 12 ore.  Scolare i legumi e metterli nel bicchiere del mixer, senza cuocerli, aggiungendo la cipolla tritata, il prezzemolo, lo spicchio d'aglio, il cumino e le altre spezie.

Frullare fino ad ottenere un composto omogeneo, aggiustando di sale e pepe. Se necessario, è possibile aggiungere qualche cucchiaiata di acqua.

Lasciar riposare l'impasto in frigorifero per circa un’ora.

Formare le polpette con le mani, dando loro una forma sferica. Nel caso in cui i falafel risultino troppo molli, è possibile aggiungere 2 o più cucchiai di farina di ceci.

Nonostante nella tradizione i falafel vengano fritti in olio bollente, è preferibile cuocerli al forno per circa 25 minuti a 180 gradi, in una teglia foderata con carta forno.

Le polpette sono pronte quando risultano dorate in superficie.

                                                                                           Redatto da Progeo s.r.l.

                                                                                           Largo XXIV Maggio 14

                                                                                           63076 Centobuchi di Monteprandone (AP)