Articoli


I LARN

Livelli di Assunzione di Riferimento di Nutrienti ed energia

I Livelli di Assunzione di Riferimento di Nutrienti ed energia sono le raccomandazioni elaborate periodicamente dalla SINU, Società Italiana di Nutrizione Umana. Questi forniscono delle indicazioni alimentari relative all’assunzione minima di energia, micro e macronutrienti e si rivolgono in maniera specifica alla popolazione italiana.

L’idea di fornire degli standard nutrizionali di riferimento nasce nel 1941, quando per iniziativa del Dipartimento di Agricoltura degli Stati Uniti vennero codificate le prime “Recommended Dietary Allowance” (RDA), ossia le prime indicazioni riguardanti l’intake di energia, proteine, ferro, calcio ed alcune vitamine. Da allora, l’USDA lavora in sinergia con il Department of Health and Human Services per pubblicare ogni 5 anni le Linee Guida per una corretta alimentazione per la popolazione statunitense.

In Italia un corrispettivo di tali standard qualitativi e quantitativi fece la sua comparsa negli anni Settanta e costituisce da allora uno strumento fondamentale per la pianificazione nutrizionale.

I LARN, che vengono periodicamente rivisti, si basano su studi scientifici ed epidemiologici relativi ai fabbisogni, ai consumi ed ai rapporti tra nutrizione e salute. Questi mirano ad indicare i valori di energia e nutrienti minimi per un buon funzionamento dell’organismo.

Nelle Revisioni più recenti, i LARN sono stati suddivisi in:

  • fabbisogno medio (AR), ossia l’apporto minimo sufficiente a coprire i fabbisogni del 50% dei soggetti sani;
  • assunzione raccomandata per la popolazione (PRI), il livello di assunzione sufficiente al 97.5% della popolazione sana;
  • assunzione adeguata (AI): valore supposto come adeguato per soddisfare i fabbisogni della popolazione ed utilizzato quando è impossibile definire AR e PRI;
  • intervallo di riferimento per l’assunzione di macronutrienti (RI), range di macronutrienti che permette un introito adeguato di nutrienti;
  • livello massimo tollerabile di assunzione (UL), livello di assunzione oltre il quale un nutriente potrebbe aumentare il rischio di effetti avversi;
  • obiettivo nutrizionale per la prevenzione (SDT).

 

FINALITA’ DEI LARN

I LARN rappresentano il punto di partenza per:

  •  la pianificazione di politiche economiche e sociali;
  • l’organizzazione di approvvigionamenti alimentari e dell’alimentazione delle comunità;
  • la programmazione di interventi di educazione ed informazione riguardanti una dieta adeguata.

Sono inoltre delle raccomandazioni a carattere preventivo riguardo le necessità nutrizionali minime che dovrebbero essere garantite nell’ambito di una dieta equilibrata. I LARN si riferiscono alla popolazione sana, distinguendo per fascia di età e sesso. Un elemento da ribadire, quindi, è che gli standard individuati non riguardano individui in particolari condizioni patologiche, i cui fabbisogni devono essere rivisti e valutati caso per caso.

Nutrigeo®8 si avvale dei valori di riferimento individuati nella IV Revisione dei LARN, pubblicata nell’ottobre 2014.

 

 

                                                                                          Redatto da Progeo s.r.l.

                                                                                          Largo XXIV Maggio 14

                                                                                          63076 Centobuchi di Monteprandone (AP)