Articoli


I semi di canapa

Alcuni approfondimenti...

La canapa da cui si ricavano i semi edibili è una pianta della famiglia delle Cannabacee, la Cannabis Sativa, in particolare della varietà nana, la cui coltivazione è proprio destinata alla produzione di semi ad uso alimentare, mentre quella gigante è coltivata per l’industria dei tessuti.

Questa varietà di canapa non ha nulla a che fare con la Cannabis Indica, comunemente conosciuta come canapa indiana, dalle note proprietà stupefacenti.

L’assunzione di semi di canapa è diffusa da tempo in alcune aree della Russia e dell’India; in tempi più recenti il loro utilizzo ha preso piede anche in Italia e sono apprezzati soprattutto da chi segue un regime dietetico vegetariano.

Proprietà

La caratteristica principale di questi semi è la loro ricchezza di proteine vegetali di elevato valore biologico e di fibre alimentari.

La loro frazione lipidica contiene per il 75% circa acidi grassi polinsaturi essenziali come l’acido linoleico e alfalinoleico. Sono presenti, inoltre, acidi grassi insaturi omega-3 e omega-6.

Valido è anche il loro apporto di vitamine e sali minerali, in particolare di vitamina E, che svolge un’importante azione antiossidante, vitamina D e vitamine del gruppo B, oltre a calcio, magnesio, potassio, zolfo, rame e fosforo.

Benefici

I nutrienti presenti nei semi di canapa sono preziosi per abbassare i livelli di colesterolo LDL nel sangue, la pressione arteriosa e rafforzare il sistema immunitario. Contribuiscono a prevenire e combattere diversi disturbi come l’arteriosclerosi, l’artrosi, la sinusite, le tracheiti, gli eczemi e l’acne.

Gli sportivi talvolta assumono i semi di canapa per il loro apporto bilanciato di omega-3 e per il conseguente effetto antinfiammatorio, utile per favorire il benessere delle articolazioni e facilitare il recupero in seguito agli sforzi fisici.

Assunzione

Questi semi possono andare ad arricchire piatti come insalate, mescolati in mezzo alla pasta, al riso o allo yogurt. Possono essere spremuti per ricavarne un olio che si presta per essere consumato sia crudo che cotto.

Dai semi macinati si ottiene una farina con la quale si preparano dolci, biscotti ed un tipo di pasta. In ambito vegetariano si usa la farina anche per la preparazione dell’Hemp-Fu, un alimento simile al tofu ma derivato dalla canapa anziché alla soia.

 

                                                                                         Redatto da Progeo s.r.l.

                                                                                          Largo XXIV Maggio 14

                                                                                          63076 Centobuchi di Monteprandone (AP)