Articoli


I semi di psillio

Proprietà e utilizzo

Dalla Plantago Psyllium, pianta tipica del Mediterraneo e del Medioriente, si ottengono dei piccoli semi commestibili di colore rosso scuro, insapore e inodore. Già in passato venivano utilizzati come lassativo naturale: al loro interno, infatti, contengono una mucillagine che, al contatto con l’acqua presente nello stomaco, aumenta di volume e stimola l'attività intestinale e l'evacuazione.

Il consumo dei semi di psillio essiccati, inoltre, permette di beneficiare delle seguenti proprietà:

  • aumento della sensazione di pienezza e riduzione dello stimolo della fame;
  • effetto lenitivo ed antinfiammatorio;
  • le mucillagini contribuiscono a ridurre l’assorbimento intestinale dei grassi, del colesterolo LDL e degli zuccheri, aiutando così a diminuire il picco glicemico postprandiale;
  • azione protettiva nei confronti delle mucose intestinali, soprattutto quelle irritate, impedendo alle popolazioni batteriche di provocare infezioni;
  • proprietà prebiotiche, favoriscono cioè la crescita di una flora batterica intestinale benefica.

In commercio lo psillio si trova in polvere o in capsule. La prima può essere sciolta nel latte, nello yogurt o nei frullati di frutta, le compresse invece generalmente si assumono insieme ad una buona quantità di acqua.

Se invece si acquistano i semi, il liquido gelatinoso che si ottiene tenendoli a bagno nell’acqua può essere usato come sostituto vegetale delle uova, da impiegare ad esempio nelle ricette vegane.

Infine si possono trovare in commercio cibi come biscotti, snack ed altri prodotti da forno contenenti la buccia di questi semi.

                                                                                          Redatto da Progeo s.r.l.

                                                                                          Largo XXIV Maggio 14

                                                                                          63076 Centobuchi di Monteprandone (AP)