Articoli


Il caffè verde

Proprietà del caffè non torrefatto

Il caffè verde altro non è che il prodotto non torrefatto, che non ha subito la tostatura e non ha il classico colore bruno dei chicchi di caffè che siamo abituati a vedere.

Rispetto al caffè standard cotto e tostato quello verde ha un minore contenuto di caffeina, la quale è presente in forma di clorogenato (caffeina unita con acido clorogenico). Questa composizione determina un assorbimento della caffeina più lento e graduale. In altre parole bevendo il caffè verde non si ha il picco di caffeina dopo 30-40 minuti, come accade con il caffè classico, e l’effetto energizzante risulta più lieve ma anche più duraturo.

Il caffè verde contiene sostanze organiche interessanti come l’acido clorogenico, acido ferulico, dalle proprietà antiossidanti ed antinfiammatorie, vitamine del gruppo B, minerali e polifenoli.

Questa bevanda, inoltre, è ricca di metilxantine, molecole naturali che hanno un’azione lipolitica e che sembra aiutino gli adipociti a liberarsi dai grassi.

Il caffè verde è un fitocomposto nutraceutico che può avere effetti benefici per la salute, se associata ad un regime alimentare corretto e ad uno stile di vita sano.

È possibile reperire questo prodotto in grani nei negozi specializzati o nei supermercati, in versione solubile. Si può preparare in casa seguendo il seguente procedimento:

  • pestare i semi verdi in un mortaio fino a ridurli in polvere;
  • mettere sul fuoco un recipiente contenente acqua e portarlo ad una temperatura di almeno 80°C;
  • immergere la polvere di caffè verde;
  • lasciare in infusione qualche minuto, filtrare e la bevanda è pronta.

                                                                                          Redatto da Progeo s.r.l.

                                                                                          Largo XXIV Maggio 14

                                                                                          63076 Centobuchi di Monteprandone (AP)