Articoli


Il curry

Una miscela di spezie e sapori

Di origine indiana, il curry è una miscela di spezie ed erbe aromatiche dalla composizione variabile. Le principali spezie impiegate per ottenere il curry, come il pepe nero, la curcuma, il peperoncino, la cannella, lo zafferano e lo zenzero, subiscono dapprima un processo di tostatura e successivamente vengono ridotte in polvere ed aggiunte ad erbe aromatiche.

L'ingrediente principale e sempre presente del curry è la curcuma, una pianta appartenente alla famiglia delle Zingiberaceae, responsabile del colore giallo ocra che poi va a caratterizzare il prodotto finale.

La varietà delle spezie che lo compongono fanno del curry un alimento versatile ed utile per migliorare il nostro benessere:

  • uno dei suoi principali componenti, la curcumina, ha proprietà antinfiammatorie ed antiossidanti;
  • sembra ridurre i fastidi legati all’artrite ed ai reumatismi;
  • protegge lo stomaco e migliora la funzionalità intestinale;
  • è un importante regolatore metabolico;
  • contiene numerose vitamine, tra cui quelle del gruppo B, la vitamina A, la vitamina D e molti sali minerali.

In cucina il curry può essere impiegato in diversi modi. È una miscela che, variando la scelta e le dosi delle singole spezie, può risultare dolce o piccante: nessun curry è uguale all’altro e ciascuna tipologia è in grado di cambiare il sapore finale dei piatti su cui lo si vuole utilizzare.

È ottimo nei risotti, nelle zuppe ma anche abbinato a pesce e pollo. È uno degli ingredienti principali di piatti unici africani come il cous cous e pietanze persiane come il biryani.

È molto gradevole, infine, il suo accostamento al cioccolato, tanto da essere impiegato nelle preparazioni di torte e prodotti da forno.

 

                                                                            Redatto da Progeo s.r.l.

                                                                            Largo XXIV Maggio 14

                                                                            63076 Centobuchi di Monteprandone (AP)