Articoli


Il ribes nero

Le proprietà del ribes nigrum

Il ribes nero è un arbusto spontaneo della famiglia delle Sassifragaceae che cresce nelle regioni montane dell’Asia e dell’Europa centro settentrionale. Il nome sembrerebbe derivare dalla parola araba “ribas” un rabarbaro del Libano che avrebbe lo stesso sapore e le stesse proprietà della bacca europea.

Sebbene alla vista il ribes nero si differenzi dal corrispettivo rosso solo per il colore, vi sono specifiche differenze sia dal punto di vista sensoriale che biologico che lo contraddistinguono.

Queste bacche nere infatti hanno un gusto molto intenso, un profumo caratteristico per la presenza di oli essenziali e note proprietà curative.

Più in dettaglio, il ribes nigrum possiede i seguenti benefici:

  • è un potentissimo antiossidante, pertanto aiuta a contrastare l’effetto dei radicali liberi ed il naturale processo di invecchiamento;
  • è ricco di polifenoli e sali minerali;
  • ha un’elevata concentrazione di vitamine A e C;
  • possiede un’azione depurativa e diuretica;
  • è un efficace immunostimolante ed antistaminico;
  • apporta benefici alla vista ed è valido contro i dolori articolari.


UTILIZZO

Viene comunemente usato in cucina per preparare dolci, marmellate e succhi; inoltre è il componente base del liquore crème de cassis.

Facendo macerare per 5 giorni nel vino rosso un cucchiaio di foglie di ribes nero e filtrando il tutto si ottiene una gustosa bevanda che, se assunta dopo i pasti, diventa un elisir per la regolarità funzionale.

Tritando circa un chilogrammo di bacche di ribes nero fino ad ottenere una miscela ed aggiungendo un'analoga quantità di miele si ottiene invece un benefico sciroppo contro la tosse cronica.

                                                                            Redatto da Progeo s.r.l.

                                                                            Largo XXIV Maggio 14

                                                                            63076 Centobuchi di Monteprandone (AP)