Articoli


La cannella

Proprietà e utilizzo

La cannella, conosciuta anche come cinnamomo, è una spezia agrodolce che si ricava dall’essiccazione di diverse piante della famiglia delle Laureaceae, in particolar modo la Cinnamomum zeylanicum e la Cinnamomum cassia: la prima rappresenta la cannella propriamente detta, è originaria dello Sri Lanka, ha un color nocciola ed è la più rinomata e costosa, mentre la seconda è di origine cinese, è più economica e viene spesso miscelata ad altre polveri.

La cannella veniva utilizzata sin dal Medioevo per le sue proprietà terapeutiche: oltre ad avere un aroma gradevole e versatile in ambito culinario, è infatti una spezia particolarmente benefica per la nostra salute.    

  • Può aiutare ad equilibrare i livelli di zucchero nel sangue, riducendo quindi la glicemia.
  • Agisce come antibatterico ed antifungino.
  • Contribuisce a ridurre il dolore causato dall’artrite.
  • Può fornire sollievo dalla costipazione e dai dolori mestruali.
  • È tra i migliori antiossidanti alimentari.
  • È un’ottima fonte di calcio.
  • Possiede proprietà digestive, in quanto è in grado di favorire la scissione dei grassi stimolando gli enzimi necessari.
  • È un rimedio naturale contro il mal di gola e raffreddore.
  • Diversi studi hanno messo in evidenza il potenziale beneficio dei composti a base di cannella nella prevenzione delle forme più comuni di demenza come il morbo di Alzheimer.
  • Stimola la circolazione sanguina, favorendo il benessere cardiovascolare.

 

UTILIZZO IN CUCINA

Il particolare sapore della cannella la rende adatta prevalentemente a preparazioni dolciarie quali torte e biscotti, ma non è raro trovarla in pietanze salate come brodi di pesce, risotti e nei piatti o piatti a base di carne.

Moltissime bevande vengono aromatizzate con la cannella, come ad esempio il vin brulé, la sangria, alcuni liquori e punch.

Nei supermercati la cannella si può trovare sia polverizzata che sotto forma di piccoli cilindri di corteccia essiccati, chiamati cannelli. Questi ultimi sono da preferire alla polvere, laddove la preparazione del piatto lo consenta, perché mantengono più a lungo l’aroma e di conseguenza conferiscono un sapore più deciso ai cibi. Nelle preparazioni di creme o salse, per esempio, si possono immergere i bastoncini di cannella direttamente nel liquido durante la cottura e toglierli poi alla fine.

                                                                            Redatto da Progeo s.r.l.

                                                                            Largo XXIV Maggio 14

                                                                            63076 Centobuchi di Monteprandone (AP)