Articoli


La pastinaca

La "carota bianca"

La pastinaca, detta anche pastinaca sativa, è un ortaggio appartenente alla famiglia delle Apiaceae, caratterizzato da foglie dalla forma dentata e radici piuttosto carnose. A prima vista può somigliare ad una carota, ma ha una colorazione bianco crema poiché non possiede la provitamina beta carotene, responsabile della classica colorazione arancione. Viene coltivata soprattutto nel bacino mediterraneo da paesi come Italia, Tunisia, Grecia, Turchia e Romania.

La pastinaca è originaria del continente euroasiatico, dove in antichità veniva utilizzata come dolcificante, prima della scoperta della canna da zucchero. Sebbene oggi in Italia sia poco conosciuto, risulta uno degli ortaggi più energetici tra quelli in commercio; inoltre ha poche calorie e contiene molte vitamine, sali minerali e fibre alimentari.

Il consumo di pastinaca può conferire potenziali benefici per la salute umana:

  • può aiutare a ridurre i livelli di colesterolo nel sangue;
  • previene la stipsi;
  • combatte l’ipertensione, grazie all’elevato contenuto di potassio;
  • rappresenta una fonte essenziale di acido folico;
  • possiede proprietà antiossidanti ed antinfiammatorie;
  • contrasta la ritenzione idrica.

 

CUCINARE CON LA PASTINACA

Sebbene si possa già raccogliere dopo i primi geli d'autunno, la pastinaca invernale ha un gusto migliore, grazie alla lunga esposizione al freddo che trasforma quasi tutti i suoi amidi in zuccheri.

Si cucina allo stesso modo delle patate o delle carote e può essere utilizzata per donare un sapore dolce a numerose ricette. Può essere cotta al forno, al vapore, bollita o ridotta a purè; affettata e fritta si presta per creare delle tipiche "chips" e si può anche glassare con miele e sciroppo d’acero.

La pastinaca cotta viene largamente utilizzata negli stufati, nelle zuppe e nelle vellutate, mentre cruda si può tagliare alla julienne sulla pasta, nelle insalate o sulla carne grigliata.

Nel nord Europa, infine, viene usata per produrre una bevanda alcolica dal sapore simile al "Madeira Wine" o per dare un retrogusto dolce a bevande fermentate come la birra.

 

                                                                            Redatto da Progeo s.r.l.

                                                                            Largo XXIV Maggio 14

                                                                            63076 Centobuchi di Monteprandone (AP)