Articoli


La yerba mate

Un energizzante naturale

La “Yerba mate”, da cui si ricava la bevanda energetica principalmente diffusa nel Sud America, è un arbusto sempreverde scoperto nell’antichità dalle popolazioni indigene dell’Argentina e del Brasile, e da loro ampiamente utilizzato per migliorare la qualità di vita dell’individuo.

La pianta, che cresce nelle foreste pluviali, presenta foglie ellittiche che, raccolte nel periodo che va da maggio a luglio, vengono fatte essiccare e sbriciolate, in modo da ottenere la preparazione della famosa bevanda, definita per questo anche come tè.

Importata dagli spagnoli in Europa come “l’oro verde degli Indios”, la yerba mate veniva servita per tradizione in una “calebassa”, ovvero un contenitore vuoto realizzato con una zucca: proprio da questa usanza deriva il termine “mate” che in spagnolo significa appunto zucca. Tutt’ora, come in passato, è una bevanda da compagnia: seguendo una precisa cerimonia, la Yerba Mate viene offerta in argentina con la stessa importanza con cui viene offerto un tè verde ad un giapponese ed un caffè ad un italiano.

Il mate contiene numerosi sali minerali e diverse sostanze biologicamente attive e stimolanti come la caffeina, che tuttavia, successivamente all’infusione, si riducono notevolmente. Oltre al piacere ad al gusto, questo energizzante naturale presenta diversi benefici:

  • grazie alla teobromina, riduce il senso di fame;
  • ha un’azione antiossidante dovuta alla presenza di teofilline e caffeina, contraddistinte da una potenziale attività drenante;
  • contiene sostanze in grado di attivare la termogenesi, ovvero la capacità di bruciare i grassi, favorendo così la perdita di peso;
  • la vitamina C e l’acido clorogenico, presenti in modeste quantità, agiscono contro i radicali liberi, rallentando l’invecchiamento cellulare;
  • rafforza le difese immunitarie grazie al contenuto di saponine, e possiede proprietà antibatteriche.

 

UTILIZZO

In commercio è possibile reperire il mate sotto forma di pillole come integratore o in bustine da tè. In erboristeria si può trovare anche in forma originaria, ossia come erba: in questo caso basta mettere un cucchiaino di matè in una tazza calda e lasciarla per 2-3 minuti in infusione. Può essere bevuto tiepido o freddo ed aggiunto ad altre bevande come ad esempio latte.

 

                                                                            Redatto da Progeo s.r.l.

                                                                            Largo XXIV Maggio 14

                                                                            63076 Centobuchi di Monteprandone (AP)