Test attitudinale


Test attitudinale per il paziente che intraprende il trattamento dietetico

Il seguente test di valutazione preliminare del paziente è frutto di un lavoro di oltre dieci anni di una equipe composta da psicologi e nutrizionisti.
Questo programma è stato utilizzato per la prima volta nel 1994 ed è stato perfezionato nel tempo, grazie all'utilizzo quotidiano da parte di specialisti.
I risultati di questo test si avvicinano molto alle deduzioni cui giungono gli stessi terapeuti dopo aver conosciuto i pazienti.
Tale programma aiuta il nutrizionista ad intraprendere la linea di trattamento ottimale per il paziente, il che è una intuizione fondamentale per tutto il percorso terapeutico.
Sulla base degli studi e dell'esperienza maturata negli anni, si è giunti a riconoscere l'opportunità di dare al paziente, che inizia il trattamento dietetico, una breve ma fondamentale introduzione, in cui si spiega l'importanza di cambiare le abitudini alimentari e la stretta relazione esistente tra queste e la variazione ponderale e metabolica.
Il test attitudinale è uno strumento, come già sottolineato, di grande importanza, che non può, tuttavia, sostituire l'esperienza e l'opinione del medico che nasce dal rapporto con il paziente.

Età:
Sesso:
Effettua attività fisico-sportiva regolarmente?
Sonno:
Fuma sigarette?
Ha intrapreso la dieta senza essere condizionato da altre persone?
È affetto da sindrome ansioso depressiva?
È affetto da sindrome psicotica?
Pur avendo tempo per la preparazione e il consumo dei pasti, capita di saltare il pranzo o la cena?
Attualmente si verificano eccessi alimentari compulsivi?
In passato si sono verificati eccessi alimentari compulsivi?
Attualmente si verificano fenomeni di vomito autoindotto?
In passato si sono verificati fenomeni di vomito autoindotto?
Il paziente effettua fuoripasto?
In passato ha seguito diete alimentari prescritte da personale qualificato (medico, biologo, dietista)?
In passato ha seguito diete non equilibrate rilasciate da centri estetici, coadiuvate da apparecchiature, saune ... ?
In passato ha seguito diete con farmaci?
Dall'elenco degli alimenti, disponibile per la stampa nel programma Nutrigeo® a menu giornaliero, si dichiara non disponibile ad assumerne un numero:
Durante il colloquio dichiara che il proprio peso corporeo "dipende dalla propria costituzione o dal metabolismo"?
Durante il colloquio dichiara di non aver tempo per la preparazione dei pasti?
Durante il colloquio dichiara di temere gli effetti collaterali della cura dietetica?
Durante il colloquio dichiara che la propria condizione fisica è dovuta all'assunzione di farmaci?
Durante il colloquio dichiara che la propria condizione fisica dipende dalla mancata attività fisica?
Durante il colloquio si stupisce del peso indicato come desiderabile affermando che "non ha mai raggiunto quel peso"?